REGOLAMENTO  INTERNO

SCUOLA PRIMARIA


Il presente regolamento è finalizzato alla formazione degli alunni, all’assunzione di  responsabilità personali e alla presa di coscienza dei propri doveri nel rispetto dei diritti altrui.

 Agli operatori scolastici, alle famiglie ed agli alunni è richiesta l’osservanza delle seguenti norme e delle disposizioni che vengono impartite dalla Direzione.

art. 1  –  Con l’iscrizione alla scuola, la famiglia si impegna ad accogliere il Progetto Educativo della stessa, il Piano dell’Offerta Formativa redatto dal Collegio dei Docenti e approvato dal Consiglio d’Istituto.

art. 2  –  E’ obbligatoria la frequenza regolare alle lezioni e la presenza a tutte le attività che si svolgono in orario scolastico.

Gli alunni che non sono in grado di partecipare alle lezioni di Ed. Fisica devono presentare giustificazione scritta sul diario. In caso di esonero è necessario il certificato medico.

art. 3 –   Gli alunni devono essere a scuola alle ore 8,10, per permettere l’inizio regolare della giornata scolastica alle 8,15.

art. 4  –  Il ritardo è tollerabile solo in via eccezionale e giustificato sul diario.  È discrezione della Direzione convocare i genitori in caso di  ripetuti ritardi.

art. 5 –   Ogni assenza deve essere giustificata, per iscritto, dai genitori o da  chi ne fa le veci, utilizzando il diario. Il recupero delle lezioni svolte durante l’assenza avverrà al rientro in classe.

art. 6  –  Sono assolutamente da evitare giorni di vacanza e uscite anticipate,  oltre a quelli previsti dal calendario scolastico. Si precisa che in caso di assenze prolungate, non dovute a motivi di salute, l’insegnante non è tenuta ad aggiornare l’alunno sugli argomenti svolti.

art. 7 – Al mattino i genitori accompagnano i bambini solo fino alla porta di ingresso della scuola.

art. 8  –  Nessun genitore può accedere alla classe o agli altri locali della  scuola senza regolare autorizzazione della Direzione.

art. 9 –   La richiesta di ritardo o di uscita anticipata è limitata ai casi di particolare necessità e deve essere presentata dal genitore per iscritto sul diario.  Qualora si verificasse uno stato di indisposizione o di infortunio la scuola avvertirà telefonicamente i genitori.

art. 10 – Nell’ambito scolastico è sempre opportuno avere un aspetto ordinato e decoroso.

art. 11 – Durante le lezioni gli alunni devono indossare il grembiule, avere cura dei loro libri e quaderni e portare e aggiornare sempre il diario: tale strumento deve essere quotidianamente controllato dai genitori.

art. 12-  I genitori apprendono i risultati raggiunti dai loro figli nel lavoro scolastico attraverso:

a)  la periodica visione dei quaderni;

b)  la visione degli esiti delle verifiche e di ogni altra comunicazione dei docenti, annotata sul diario;

c)   le schede di valutazione quadrimestrale;

d)  i colloqui con i docenti.

art. 13-  I genitori in prima persona sono responsabilmente invitati a vigilare affinché gli alunni evitino di fare giungere a scuola materiali non  attinenti all’attività scolastica.

La scuola non risponde di guasti o smarrimenti di oggetti personali.

art. 14 – Gli alunni sono tenuti al rispetto tra loro e verso il personale docente e non docente.

art. 15 – Gli alunni si devono sentire responsabili di eventuali danni agli ambienti, alle suppellettili, alle attrezzature e al materiale didattico e dovranno provvedere al risarcimento.

art. 16 – Su disposizione dell’Ufficio d’Igiene, la scuola non può somministrare medicinali ai bambini.

La refezione è conforme alle tabelle dietetiche approvate dall’Ufficio di Igiene.

È consentito consumare a metà mattina solo un leggero spuntino (es. crakers, frutta o verdura). È a disposizione di ogni bambino un bicchiere di latte.

art. 17 – I Genitori non devono intrattenersi con le insegnanti durante l’orario di entrata e di uscita dei bambini, ma usufruire dei tempi stabiliti per il colloquio personale.

I genitori sono invitati:

–  a partecipare attivamente alle riunioni di classe e a tutti gli incontri di carattere pedagogico e formativo che la Scuola organizza nel corso dell’anno;

–     ad essere presenti in tutte le ricorrenze di gioia e di festa per i loro figli;

–     sono tenuti a segnalare tempestivamente in segreteria i cambi di indirizzo e di telefono.

art. 18 – Al termine delle ore di lezione – ore 15,45 – i bambini accompagnati dalle loro insegnanti vengono affidati ai genitori o a chi ne fa le veci, con regolare autorizzazione scritta. La permanenza  nel cortile della scuola è consentita sotto la vigilanza dei genitori, non oltre le ore 16,00 per usufruire del servizio del vigile urbano.

La scuola declina, dopo l’orario scolastico, ogni responsabilità per eventuali infortuni all’interno della scuola o per danni alle persone o alle cose.

art. 19 – Gli alunni che partecipano alle attività extra scolastiche pomeridiane saranno accompagnati dall’insegnante del corso in portineria. I genitori o chi ne fa le veci non possono rimanere all’interno della scuola durante l’attività.

art. 20 – Il doposcuola inizia alle ore 15.45 e termina alle ore 17.00 o alle ore 17.30. Anche in questo caso i bambini saranno accompagnati in portineria.

art. 21 – La ricreazione si svolge sotto la responsabilità dei docenti e di alcuni membri della Comunità Educante. Non sono ammessi spostamenti all’interno della scuola se non autorizzati.

art. 22 – Le uscite didattiche (per le classi quarta e quinta sono previste anche di più giorni) hanno lo scopo di favorire un qualificato momento didattico di esperienza di gruppo, di arricchimento culturale, di distensione, perciò comporta la partecipazione di tutta la classe.  Mirano a integrare i programmi di determinate discipline e sono opportunamente concordate dal Collegio Docenti e sottoposte a delibera del Consiglio d’Istituto. La quota deve essere accessibile a tutti. L’eventuale non adesione deve essere giustificata.

art. 23 – Per le feste di compleanno gli alunni potranno distribuire gli inviti dopo l’orario scolastico e portare in classe biscotti, cioccolatini o caramelle e succhi di frutta o tè (monodose).

art. 24 – La scuola formula un calendario annuale di tutte le riunioni di classe, di Interclasse, degli incontri formativi, dei giorni di vacanza e delle feste. Si impegna a dare comunicazione scritta alle famiglie per eventuali modifiche del calendario. È prevista la possibilità di convocazione della riunione di classe anche al di fuori del calendario prestabilito annualmente nei casi in cui se ne ravvisi la necessità.

art. 25 – L’iscrizione alla scuola, impegna al pagamento della retta relativa all’Anno Scolastico in corso, che non verrà restituita in caso di ritiro dell’alunno.