LA FONDAZIONE DELLA CONGREGAZIONE

DELLE FIGLIE DELLA PRESENTAZIONE

DI MARIA SANTISSIMA AL TEMPIO

 “TOTALMENTE DI DIO NEL FUOCO DELLA CARITA’ “

 La vocazione di due amiche – Francesca Butti e Maria Rossi – iniziò da una profonda riflessione sul senso della vita, della vita cristiana e della vita religiosa per vivere concretamente il Vangelo. Le due fondatrici, in una totale donazione a Dio, in una perfetta obbedienza alla volontà del Padre a imitazione di Cristo, e all’ECCOMI di Maria, hanno offerto tutta la loro vita per le giovani.

La scelta, di rendere concreto il loro ideale cristiano di carità fondato sulla parola del Vangelo, all’inizio del secolo XVIII, è stata rivolta, in particolare, alle ragazze povere, orfane e abbandonate della periferia di Como, bisognose di evangelizzazione e di opere sociali.

Le fondatrici delinearono un duplice obiettivo: la vita fraterna tra le consorelle e l’istruzione ed educazione umana e religiosa delle ragazze, con un’attenzione particolare per le più povere moralmente ed economicamente. Esse miravano alla formazione integrale delle giovani che accoglievano aiutandole anche nell’apprendimento di un lavoro, per renderle  autonome e capaci di procurarsi una dignitosa sussistenza; questa modalità educativa accompagnava le ragazze in tutto il loro percorso, fino all’età adulta.

Inoltre la vita comunitaria ha permesso loro di condividere l’amore fraterno e di aprirsi  all’aiuto reciproco.

Il 5 marzo 1895 l’opera iniziata da Francesca Butti e Maria Rossi viene eretta a Congregazione Religiosa.

 L’APERTURA DELL’ISTITUTO PRESENTAZIONE

A SESTO SAN GIOVANNI

“CHI SI PRENDERÀ CURA DI UN FANCIULLO O DI UNA FANCIULLA,IN NOME MIO, SI PRENDERÀ CURA DI ME”

La città di Sesto San Giovanni, all’inizio del secolo scorso, presentava molte similitudini con la periferia di Como e fu per le Figlie della Presentazione il luogo geografico prescelto per continuare la loro opera ispirata all’ideale cristiano di carità.

Venne così aperta in via XX Settembre nel 1931 la Scuola “Presentazione”, per sostenere ed educare la gioventù di questo quartiere periferico.

Nel dopoguerra, le Suore offrirono il loro aiuto ai molti genitori operai che lavoravano nelle fabbriche di Sesto. La periferia ospitava molte famiglie, immigrate da tutta l’Italia, per lavorare nelle molte fabbriche metallurgiche della città.  Cresceva quindi il bisogno non solo di alloggi, ma anche la necessità di strutture per l’istruzione e l’evangelizzazione.

Per far fronte a queste emergenze oltre alla scuola materna, venne aperta la scuola elementare con i tempi scolastici anche pomeridiani. Nel 1952 venne inaugurata anche la scuola media che rimase aperta sino al 1999, la sua chiusura fu determinata dall’esigenza di ampliare gli spazi per le richieste educative e scolastiche della scuola materna ed elementare.

Oggi la scuola “Presentazione” che si caratterizza per la frequenza di bambini con un livello socio culturale ed economico variegato, come lo è oggi la città di Sesto, vuole continuare l’opera educativa delle  Fondatrici della Congregazione con un’attenzione particolare  ai  soggetti più deboli.

P.S. Per una più ampia conoscenza della storia della Congregazione vedi “Quaderni di Casa, n. 2”,  Rivista delle Figlie della Presentazione di Maria SS. al Tempio.