Primaria - 🥇Istituto Presentazione | Scuola Cattolica Paritaria Infanzia | Primaria.

Your Association
Vai ai contenuti
SCUOLA PRIMARIA
SCUOLA PRIMARIA
La Scuola Primaria Parificata Paritaria è composta da cinque classi.
In ogni classe operano un’insegnante prevalente e delle specialiste: religione, inglese, educazione fisica e musica.
L’orario settimanale delle lezioni viene stabilito all’inizio dell’anno scolastico in modo collegiale e avendo come obiettivo quello di distribuire nella settimana le varie discipline in modo ordinato.
Nella progettazione curricolare si tiene conto dell’unitarietà del sapere e quindi dell’apprendimento. Perciò il Consiglio di classe parte dalla condivisione delle competenze previste dalle Indicazioni Nazionali che si vogliono raggiungere e prepara una progettazione condivisa da tutte le docenti che operano nella classe.
La scuola primaria utilizza il registro elettronico per la progettazione delle attività, la verifica degli apprendimenti, la condivisione tra docenti e le comunicazioni ai genitori riguardanti il processo di apprendimento.
La giornata scolastica è suddivisa in due parti dall’intervallo di fine mattina. Gli alunni possono fermarsi a scuola e consumare il pranzo cucinato nella cucina della scuola oppure andare a casa. Dopo il pranzo c’è il momento della ricreazione in cui si svolgono tornei e i giochi liberi. È un importante momento di condivisione, di implemento delle capacità di ascolto, di comprensione dell’altro e di esposizione del proprio pensiero. Dopo l’intervallo ricominciano le lezioni.
IDENTITÀ E MISSIONE EDUCATIVA “ACCIPE”
L’azione educativa svolta dalle “Figlie della Presentazione di Maria Santissima al Tempio” nella scuola da loro gestita e diretta, partecipa alla missione evangelizzatrice della Chiesa.
Parola chiave delle Figlie della presentazione di Maria SS. al Tempio è “accipe” che ci riporta al momento in cui la figlia del Faraone trova, nelle acque del fiume Nilo, Mosè. Lo accoglie come suo figlio ma sa che non le appartiene, che appartiene a Dio, al popolo, al futuro. Così le suore e le insegnanti accolgono ogni alunno come dono di Dio per il futuro del mondo.
Altro motivo illuminante della missione educativa è il Mistero della Presentazione di Maria Santissima al Tempio.
Sull’esempio della Vergine, la persona, la storia e il creato sono Tempio di Dio. Il progetto di vita diventa un “Eccomi” gioioso alla volontà del Padre. L’esistenza si fa dono sincero di sé in ogni istante per il bene di tutti.
Lo stile di vita è quello umile, semplice, disponibile che “la piccola bambina del Tempio” continuamente richiama.

DALLE INDICAZIONI NAZIONALI AL CURRICOLO DI ISTITUTO
La Comunità Educativa ed Educante si assume il compito di promuovere l’educazione integrale della persona; si pone in un atteggiamento di ascolto intelligente delle sollecitazioni e delle esigenze provenienti dal contesto socioculturale in cui opera.
Pone il bambino al centro del suo percorso educativo e didattico con tutti i suoi aspetti cognitivi, affettivi, relazionali estetici, etici e spirituali.
Le docenti stimolano negli alunni un ruolo attivo perché raggiungano le competenze previste dalle Indicazioni. Il progetto è condiviso dalle suore che operano nella scuola e dai genitori.


ORGANIZZAZIONE CURRICOLO
Partendo dal diritto alla libertà di insegnamento sancita dall’articolo 33 della Costituzione Italiana e dai successivi Decreti Legislativi e dall’autonomia scolastica (D.P.R 275 dell’8 marzo1999), il Collegio Docenti ha steso il curricolo d’istituto.
Ogni anno la scuola sceglie e propone alle famiglie un obiettivo educativo trasversale alle discipline che dà unitarietà a tutto il percorso didattico e di crescita umana e cristiana.







AREE DISCIPLINARI E CONTINUITÀ DIDATTICA ED EDUCATIVA
La scuola ha predisposto il Curricolo, parte integrante del Piano Triennale dell’Offerta Formativa, partendo dal profilo dello studente al termine del primo ciclo di istruzione, vera novità delle Indicazioni Nazionali, quindi ha individuato i traguardi per lo sviluppo delle competenze e gli obiettivi di apprendimento specifici per ogni disciplina.
Tutte le scelte sono state condivise dai docenti del collegio. Sono coinvolte nella progettazione anche le insegnanti della scuola dell’infanzia dell’istituto per dare continuità verticale al processo formativo degli alunni.
A partire dal Curricolo di Istituto, i docenti individuano, poi, le esperienze di apprendimento più efficaci, le scelte didattiche più significative, le strategie più idonee, con un’attenzione particolare all’interazione tra le diverse discipline e alla continuità del percorso educativo.
La progettazione didattica è finalizzata a guidare i ragazzi lungo percorsi di conoscenza progressivamente orientati alle discipline e alla ricerca delle connessioni tra i diversi saperi.
L’intero percorso curricolare, elaborato unitariamente, garantisce la qualità dell’apprendimento di ciascun alunno e non la sola trasmissione di una sequenza di contenuti.
Un percorso educativo e didattico che tenga conto delle varie individualità, delle ricchezze e delle difficoltà di ciascun alunno, una scuola inclusiva perché vive e insegna a vivere con le differenze, nel quale il valore dell’uguaglianza va ribadito e ristabilito come rispetto della diversità. L’idea di inclusione si basa sul riconoscimento della rilevanza della piena partecipazione alla vita scolastica da parte di tutti i soggetti, ognuno con i suoi bisogni “speciali”.


VALUTAZIONE
La valutazione è un momento importante del percorso educativo e di crescita degli alunni, ha una valenza formativa, accompagna lo studente nel suo percorso di apprendimento e di acquisizione delle competenze, lo aiuta a prendere coscienza dei propri errori per superarli. Aiuta le insegnanti nel calibrare meglio il proprio intervento didattico.
Gli strumenti di valutazione sono deliberati dal Collegio Docenti e declinati dalle insegnanti.
La valutazione avviene attraverso compiti di realtà per quanto riguarda le competenze e attraverso semplici esercizi per quanto riguarda gli obiettivi disciplinari.



CITTADINANZA E COSTITUZIONE
La scuola propone agli allievi esperienze atte a far conoscere il mondo nei suoi vari aspetti.
Ogni classe adotta un bambino che vive in India, nelle scuole gestite dalle suore della congregazione.
In questo modo si instaura una conoscenza reciproca e si dà ai bambini la possibilità di riflettere su realtà molto lontane dalla nostra.
Inoltre si segue un percorso di educazione stradale che aiuta gli alunni a scoprire che il rispetto degli altri e di se stessi passa anche attraverso il rispetto delle regole.


RAPPORTO CON LE FAMIGLIE
I genitori quali primi protagonisti dell’educazione dei loro figli devono trovare nella Scuola l’aiuto e l’integrazione al loro primato educativo.
Ad essi è richiesto di condividere i valori educativi cui la scuola si ispira, di partecipare agli incontri formativi e di prendere coscienza della corresponsabilità che lega scuola e famiglia in questo impegnativo compito.
Famiglia e scuola sono corresponsabili della crescita armonica dei giovani.






AMPLIAMENTO DELL’OFFERTA FORMATIVA
Imparo l’inglese parlando: l’apprendimento della lingua inglese, sempre più importante nel percorso di crescita della persona, cambia l’approccio: dallo studio dei vocaboli e delle regole all’uso diretto degli stessi per poi essere compresi e interiorizzati attraverso una riflessione linguistica idonea.
Nuoto in piscina: gli alunni di quarta e di quinta svolgono 10 lezioni di nuoto in una piscina convenzionata.
Teatro: partendo dall’obiettivo educativo, si realizza, con l’aiuto di un genitore, un copione che permetterà agli alunni di esprimersi con la recitazione, la danza e il canto. La realizzazione dello spettacolo finale prevede la collaborazione di tutte le componenti della scuola: alunni, insegnanti, dirigenza, genitori, ognuno con le proprie potenzialità.
Educazione stradale: attraverso le lezioni frontali e laboratoriali promosse da un esperto, il bambino conosce il proprio territorio e le regole che permettono una buona convivenza.
SestoGIOca: manifestazione sportiva che vede la partecipazione di tutti gli alunni della scuola in competizione con gli alunni di altre scuole presenti sul territorio di Sesto San Giovanni.
Uscite didattiche: i viaggi di istruzione e le uscite sul territorio sono momenti fondamentali per conoscere il territorio, vicino e meno vicino, e per crescere come persone.
Progetti CLIL: prevede progetti didattici che combinano le competenze richieste dall’apprendimento della disciplina non linguistica (scienze, geografia, storia, geometria, arte...) con il gioco e l’attività creativa in lingua inglese.
Educazione all’affettività: conoscere se stessi e gli altri attraverso la scoperta del sé corporeo ed emotivo. Scoprire e aumentare le proprie potenzialità. Scoprire e accettare i propri limiti.
Multimediale: attività per tutte le classi da svolgere in aula informatica. Gli alunni imparano a familiarizzare con il computer: uso del mouse, della tastiera, di alcuni programmi da utilizzare per l’approfondimento e l’arricchimento delle discipline.

Scarica il PDF del regolamento
Via XX Settembre, 129
20099 – SESTO SAN GIOVANNI (MI)
02 22470685
02 26263138
P. IVA 00512200130
info@istitutopresentazione.it
Associazione Scuola Viva
Cod. Fisc. 94538460158
Copyright 2020 © Istituto Presentazione - Scuola Cattolica
Istituto Presentazione




Logout
Amministratore del sito
Privacy Policy
Torna ai contenuti